COME SI REGISTRANO I CONTRATTI DI LOCAZIONE

 

Devono essere registrati in temine fisso, cioè entro i 30 gg. dall'inizio della loro esecuzione
(es. : per un contratto con decorrenza 1° luglio, la registrazione va effettuata entro il 31 luglio):

La L. 449 /97, art. 21 co.18, ha introdotto l'obbligo della registrazione per tutti i contratti di locazione e affitto di beni immobili di qualsiasi ammontare, purchè di durata superiore ai 30 giorni complessivi nell'anno. 

Per i contratti di locazione (e sublocazione) di immobili urbani di durata pluriennale è prevista la facoltà di corrispondere al momento della registrazione l’imposta di registro commisurata all’intera durata del contratto, oppure di versarla anno per anno. Chi sceglie la prima ipotesi ha diritto ad una detrazione dall’imposta, in misura percentuale, pari alla metà del tasso di interesse legale moltiplicato per il numero delle annualità.

Esempio:

Durata contratto (anni)

Metà del tasso d'interesse legale (2,5%)

Detrazione %

6 1,25 % 7,59 %
5 1,25 % 6,25 %
4 1,25 % 5 %
3 1,25 % 3,75 %
2 1,25 % 2,5 %

 

Se il contratto viene risolto anticipatamente ed è stato versato l'importo relativo all'intera durata del contratto, chi ha pagato ha diritto al rimborso delle annualità successive a quelle in corso.
 

CESSIONE DI CONTRATTO DI LOCAZIONE

Per la cessione senza corrispettivo dei contratti di locazione, occorre distinguere 2 ipotesi:

 MODALITA' DI PAGAMENTO DELL'IMPOSTA E REGISTRAZIONE DELL'ATTO - ARROTONDAMENTI

ATTENZIONE: Se l'imposta è dovuta in misura fissa , il versamento sarà di Euro 67,00 mentre se e' dovuta l'imposta proporzionale l'arrotondamento dovrà essere all'unità di Euro per difetto se la frazione è inferiore a 50 centesimi, per eccesso se e' uguale o superiore ai 50 centesimi. (Vedi anche circolare 106/E del 21/12/2001)

CONTINUA


  •